50 FRESU | Come Realizziamo !50

Come Realizziamo !50

Il Carro delle energie.
Una riflessione dialettica tra arte e natura o meglio, tra cultura e natura ed energia.
Prima ancora che una riflessione, ha l’aria di una scommessa…
L’ennesima sfida del rendere fattibile il folle, trasformarlo in un budget accettabile da sponsor e renderlo a un “comune” o comunitario o popolare.
Scegliendo luoghi, loghi o logos, alcuni portatori di Mito, alcuni di discussione, alcuni discutibili, ma sempre in relazione dialettica tra il paesaggio sostenibile e la musica incontenibile.
Quanti watt, quanti decibel, quanti euro spendere e/o disperdere nell’ambiente in-contaminato dei luoghi di culto,dei luoghi cult, dei luoghi cool.
Re-interrogarsi su dove e come si possa fare musica e cultura in genere.
Mettere un punto fermo, e/o trasformare, come in uno standard jazz, il connubio “luogo non convenzionale” per “musica non convenzionale ad energia rinnovabile”.
Per questo un Gruppo Elettrogeno-Ecologico catturerà energia dal sole dal vento e dalla natura.
La intrappolerà dentro batterie o dentro ciò che potrà contenerla per poterla restituire la sera sotto forma di Luce o di Suono.
Per poi tornare a catturarla per restituirla nel concerto successivo.
La scommessa è fare tutto con 5 Kw, audio, luci e in alcuni casi video.
Con tre principali corpi illuminanti LED, alogeni in bassa tensione massimo 75w e appunto video proiettori da 300w massimo. Gianni Melis & Tommaso Onofri

Scarica il calendario dei concerti

www.passaggiosardegna.it

/_/wwwraiit/dl/tg3/PaoloFresu/index.htm

/_/wwwgiornaledellamusicait/blog/index.html